Facebook Ads – Strategia “Carpet Bomb”

0
196

Oggi ti andrò a parlare di una strategia utilizzabile su Facebook Ads, che ho trovato molto interessante e che probabilmente potrai testare anche te nelle tue Ads. Parliamo di “Carpet Bomb“. La premessa doverosa da fare è che qualunque strategia va testata, non esistono formule magiche e quindi quella che potrebbe essere valida per una persona, potrebbe non esserlo per l’altra.

Ma che cos’è questa strategia Carpet Bomb?

Quando si fanno delle Facebook Ads, sopratutto Local, la prima cosa che si pensa è quella di creare dei pubblici target molto precisi in base agli interessi che potrebbero avere.

Questo fa si che se si va molto a targettizzare, i pubblici diventano molto ristretti e Facebook non riesce ad ottimizzare l’inserzione trovandoci anche spesso a doverla pagare più del dovuto. Situazioni simili accadono soprattutto per le Adv delle attività local dove andando ad inserire anche un raggio di azione, la “fetta” di pubblico diventa molto ristretta.

Global Position System Navigation Direction

Quando si parla di Carpet Bombing, invece, si prende come riferimento un pubblico molto più grande. Le uniche caratteristiche che si usano per targettizzare sono le principali come “sesso”, “età” ed il “parametro geografico” (città e raggio di azione”).

Come si usa la strategia Carpet Bomb?

Lo scopo del Carpet Bomb è di andare a creare una domanda consapevole e in un secondo momento attraverso il retargeting intercettare le persone che hanno dimostrato interesse per la tua offerta.

Il metodo più usato per intercettare persone interessate in un pubblico molto grande sono le Ads che sfruttano i video. Si crea un primo annuncio per un pubblico molto grande facendo mostrare un video. Successivamente si svolge attività di retargeting per tutte quelle persone che per esempio hanno visualizzato gran parte del video (per esempio il 50 o il 75%).

Chi si è fermato a guardare la tua Ads ed ha usato parte del suo tempo per guardare gran parte del video potrebbe avere molto interesse nel tuo prodotto o nella tua offerta.

Ma come deve essere fatto il video?

Anche in questo caso, la strada giusta è testare. Alcune caratteristiche sono comuni e valide nella maggior parte dei casi:

  • Un video che sia in alta risoluzione in modo da essere visibile bene da ogni dispositivo.
  • Una durata di massimo 30 secondi. Non dobbiamo annoiare. Bisogna andare subito al punto.
  • Deve catturare l’attenzione nei primi secondi, altrimenti le persone non lo guarderanno.
  • Definire le caratteristiche della tua proposta e perchè qualcuno dovrebbe volerla
  • Una Call to Action chiara alla fine del video

Una volta lanciata l’inserzione video si possono creare diversi pubblici:

  • Chi ha visualizzato parte del video
  • Chi ha visitato il sito internet o la pagina dopo la prima inserzione
  • Creare dei pubblici simili delle persone potenzialmente interessate

Ci possono essere numerose strategie da provare con Facebook Ads. Alcune di queste lavorano in sinergia con altri canali (seo, Google Ads..), mentre altre come Carpet Bomb possono essere utilizzate solo con Facebook. In ogni modo ricordati sempre che non esistono le formule magiche. Bisogna testare caso per caso e inserzione per inserzione. Le dinamiche cambiano come anche gli algoritmi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui