FastPages – Tool per creare Landing Page

0
209

Oggi ti voglio parlare di FastPages, un servizio che consente di creare landing page e (con molte limitazioni del caso) piccoli siti web. Tutto questo senza conoscere nessun CMS o linguaggio di programmazione. Si utilizzano dei blocchi drag & drop. Il servizio FastPages è molto recente, quindi, alcune funzionalità saranno implementate con il tempo. Si trova però in versione Lifetime direttamente sulla home (per ora).

Ovviamente non mi sognerei di confrontare la flessibilità di un CMS con questo tool che rimane molto più limitato sotto certi aspetti. E’ un tool nato essenzialmente per creare velocemente Landing Page.

FastPages si propone come semplice da usare ed in grado di creare pagine veloci da navigare rispetto ai classici CMS. Quindi prima di addentrarci nelle caratteristiche e nei blocchi che offre il tool, parliamo di velocità di caricamento.

Velocità di caricamento di una pagina

Avere una pagina che si carica velocemente significa abbassare la frequenza di rimbalzo, ed aumentare le conversioni (o micro-conversioni) perchè parte degli utenti non abbandonerà la navigazione.

Per misurare la velocità di caricamento uso Google PageSpeed Insights. Ovviamente, nel caso puoi usare qualsiasi altro servizio. In questo momento ci serve per avere una stima sui caricamenti. Per il test uso una landing creata ad hoc foto ed informazioni varie.

Nel primo caso, per la versione desktop Google PageSpeed Insights, ci indica che il caricamento è molto veloce. Un po’ meno nella versione mobile.

Considerando che non mi sono dovuto occupare lato tecnico di cache o ottimizzazione delle foto direi che il risultato ottenuto mantiene le aspettative promesse, anche se lato mobile sicuramente FastPages dovrà apportare qualche miglioramento. Le foto sono salvate su Cloudfront.

I progetti

Ogni progetto su Fastpages avrà un sottodominio del tipo: nomescelto.project.fastpages.io. Quindi potrai decide di mantenerlo o di cambiarlo con il tuo personale andando a cambiare i DNS del dominio.

La dashboard è molto semplice. Si può decidere di modificare un progetto o vedere i leads (i contatti) raccolti.

Ma ora passiamo nel vivo del progetto.

Creare e/o modificare o progetto

Cliccando su New Project, puoi decidere se iniziare con un template bianco oppure su un qualcosa già pre-compilato in base alle esigenze e tipo di campagna da iniziare. Supponiamo di scegliere un template che ci viene già offerto (ma le cose non cambiano per un template nuovo).

Ogni sezione di pagina finisce con il pallino arancione con i tre puntini. Cliccandoci sopra potrai scegliere di aggiungere una sezione successiva. Cliccando su ogni testo della pagina si ha la possibilità di modificarlo. Anche quello dei pulsanti.

Sulla destra invece si trova:

  • Icona a forma di ingranaggio: da la possibilità di aggiungere un’immagine o un video di sfondo all’intera sezione e deciderne il padding (vedili come i margini interni).
  • Icona con le due frecce: inverte il blocco sinistro e destro.

Ogni tipo di oggetto della pagina ha possibilità di modifica.

  • Immagini: cliccandoci sopra si aprirà un popup per andare a cambiare la foto.
  • Script: cliccandoci sopra si può aggiungere e/o modificare

I form

Apro un piccolo capitolo a parte per i form. A cosa servono? A raccogliere i dati degli utenti.

Cliccando sul form hai alcune possibilità di modifica:

  • Ingranaggio: puoi variare la forma e la grandezza delle componenti del form
  • Pennello: puoi modificare il colore
  • Presa: da qui puoi decidere se integrare il form con un servizio esterno. Nel momento in cui scrivo puoi usare: Zapier, Mail Chimp ed Active Campaign. Diciamo che già Zapier da tante possibilità.
  • Icona a forma di lettera: puoi decidere se far apparire un messaggio di successo/insuccesso o fare un redirect verso un altro link.

Cliccando sulla zona dei textbox, puoi decidere se aumentare i campi richiesti, il tipo e se renderli indispensabili per inviare la richiesta. Questo momento è molto delicato, tutto dipende da cosa ti serve e in quale punto del funnel ti trovi (ma andiamo oltre il tool ;))

Tutti i campi che crei in questo momento li ritroverai all’interno della raccolta dei leads per ogni progetto.

La barra laterale

La barra laterale è importantissima perchè da questa puoi navigare all’interno del progetto. Puoi decidere se visualizzare un anteprima, se salvare il lavoro che hai fatto, se pubblicarlo, creare altre pagine, gestire i tag per la SEO o inserire uno script nella pagina.

Creare pagine

Ogni pagina del progetto dovrà avere un suo titolo ed una sua url per poterla identificare. Non hanno ancora aggiunto la possibilità di duplicare pagine (ma dovrebbe arrivare a breve).

Le impostazioni per la SEO

Puoi decidere per ogni pagina il titolo, la description, le keyword e la favicon.

Le sezioni

Se crei una nuova sezione e vuoi spostarla o eliminarla potrai solo farlo da qua. Devo dire che però non è molto comodo.

Gli script

Sezione utile per inserire tag di tracciamento, pixel oppure una chat sulla pagina per poter assistere i clienti.

Pubblicare il progetto

Per pubblicare il progetto devi cliccare su “Pubblish”. Nella pagina che si aprirà potrai confermare la scelta. Qui avrai sotto occhio tutti i link del tuo progetto con la possibilità, come ti ho anticipato, di inserire il tuo dominio personalizzato.

Fastpages si o no?

Dipende. Troppo facile 😉 Dipende dal lavoro che devi fare e da cosa stai cercando. Se vuoi qualcosa di altamente flessibile e personalizzabile sicuramente dovrai puntare ad altro. Se cerchi però un modo per creare velocemente pagine per acquisire contatti o che facciano parte del tuo funnel, questo servizio potrebbe essere adatto. Considera che attualmente è il promozione Lifetime (con alcune limitazioni, ma meglio che guardi la home del tool) e quindi dovrai pagarlo una volta sola.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui